Crea sito

Storia

Dalle origini ai nostri giorni.

La storia del tennistavolo termitano, ASD Himera Giovanni Randazzo,  può essere racchiusa in due distinti periodi: il primo che va dai primi anni settanta fino al 1993 ed il secondo che va dal 2010 fino ad oggi.

Il primo movimento è iniziato, come spesso capita, negli oratori delle varie chiese dove mossero i passi iniziali quelli che sono considerati i primi giocatori di ping pong di Termini Imerese.

Ragazzi come Giovanni Randazzo, Vincenzo Gatto, Mario Cucchiara, Mario Lo Presti, Totò Battaglia, Totò Tripi, furono i primi ad impugnare le rudimentali racchette, spesso di costruzione artigianale, e a gettare le basi per quello che sarebbe stato il futuro tennistavolo tecnicamente più evoluto.

Tale evoluzione non tardò ad arrivare quando, tra il 1975 e il 1977, fiorì quella generazione di ragazzi con i quali il ping pong, da gioco da oratorio, cominciò a diventare lo sport del tennistavolo. Giovanni Boccadutri, Enzo Lapi, Totò Miligi, Nino Militello e Carmelo Militello rappresentarono sicuramente gli esponenti più talentuosi e rappresentativi di un gruppo di pongisti, comprendenti anche altri bravi giocatori come Alberto Lapi, Giuseppe Serrone, Vincenzo Martinez, Ignazio Martinez, che, pur limitando la propria attività in sede locale, raggiunsero buoni livelli tecnici e agonistici tanto da essere i componenti della prima squadra (Centro Sociale “Il Faro” ) a militare in un campionato federale di serie D, alla fine degli anni settanta.Da allora seguì un lungo periodo durante il quale l’attività proseguì solamente a livello locale a causa della difficoltà organizzativa e nel reperire locali idonei alla pratica di una attività di tipo federale, fino a quando nel 1990, grazie all’impegno personale di Giovanni Randazzo che, riuscendo a trovare un locale idoneo presso la palestra Olimpia di Andrea Immesi, riuscì a creare nuovamente una squadra, la Polisportiva Olimpia, composta, oltre da se stesso, da Nino Militello, Enzo Lapi e Fabrizio Melfa che per tre anni consecutivi riuscì ad ottenere la promozione nelle serie superiori, dalla serie D2 iniziale alla serie C1, grazie anche all’apporto, in serie C2, di un giocatore dai grandi trascorsi ad altissimi livelli come Francesco Polizzi.Il 1993 rappresenta l’ultimo anno di attività di quel gruppo di ragazzi che, partendo dall’oratorio della chiesa, giocando con racchette di compensato, riuscì a competere dignitosamente a livello regionale con giocatori sicuramente più preparati sia sotto l’aspetto tecnico sia sotto quello agonistico.

Il 2010 ha rappresentato l’anno della rinascita del tennistavolo termitano grazie alla decisa determinazione, da parte di Nino Militello, di costituire, nel nome ed in onore di Giovanni Randazzo, che, qualche anno prima, a causa di una grave malattia, lascia prematuramente il gruppo, l’ASD Tennistavolo “Giovanni Randazzo”. Pochi mesi dopo viene costituita una seconda associazione, l’ ASD Tennistavolo Himera, presieduta da Maria Grazia Geraci.

Obbiettivo dell’associazione

Obbiettivo principale delle due associazioni fu la diffusione della conoscenza e della pratica del tennistavolo a livello giovanile, sia con finalità amatoriale che agonistica, attraverso una capillare azione di collaborazione con le strutture scolastiche e amministrative locali tendenti alla scoperta ed alla valorizzazione delle potenzialità tecnico atletiche dei tanti bambini che frequentano le scuole primarie di Termini Imerese.

Dal 2010 al 2014, presso la palestra del complesso scolastico “Gardenia” appartenente, al primo circolo scolastico di Termini Imerese e sotto la guida di diversi tecnici che si sono succeduti nel tempo tra il 2010 ed il 2014 (Patrizio Mazzola, Alessandro Febbraro, nel corso del primo anno e poi i due stranieri cinesi Yang Dong e Zhang Han) sono cresciuti, imparando a giocare a tennistavolo, diversi bambini, alcuni dei quali hanno poi continuato a livello agonistico costituendo il primo nucleo di atleti che oggi rappresentano, in questo sport, la città di Termini Imerese sia a livello regionale che nazionale.Il 6 febbraio 2014 viene costituita, infine, l’ASD Tennistavolo Himera “G. Randazzo” che raccoglie l’eredità e l’intero organico atleti delle altre due precedenti associazioni costituite nel 2010 e successivamente estinte: l’ASDTennistavolo “Giovanni Randazzo” e l’ASD Tennistavolo Himera.Sotto la guida del tecnico nigeriano Niniola Adeshina Isiaka, nella stagione agonistica 2014-2015, sempre presso la palestra del complesso scolastico “Gardenia” e, successivamente, sotto la guida del tecnico cinese Zhang Ludan, nella stagione 2015-2016, presso la palestra dell’I.C.S. Paolo Balsamo, è avvenuta l’ulteriore maturazione tecnica di alcuni bambini di quel gruppo iniziale di cui si accennava precedentemente.

Nell’arco del 2016 si è consolidato il rapporto di fattiva collaborazione tra l’associazione ed il dirigente dell’I.C.S. Paolo Balsamo, Fabio Angelini, nel quale si è inserita la F.I.Te.T. Sicilia, nella persona del presidente Paolo Puglisi, nel tentativo di creare un progetto unitario finalizzato alla diffusione del tennistavolo in ambito scolastico.